Siena, uomo 63enne ucciso a coltellate da una 18enne: “Ha tentato di stuprarmi”

di redazione

Siena, uomo 63enne ucciso a coltellate da una 18enne: “Ha tentato di stuprarmi”

| sabato 05 Gennaio 2019 - 10:53

Condividi su:

Facebook Twitter
Siena, uomo 63enne ucciso a coltellate da una 18enne: “Ha tentato di stuprarmi”

Un uomo di 63 anni è stato trovato morto, dopo aver ricevuto diverse coltellate, all’interno dell’appartamento in cui abitava a Castelnuovo Scalo, frazione di Asciano, in provincia di Siena. Una 18enne è stata accusata di omicidio: la ragazza ha confessato di essere la responsabile dell’accoltellamento e ha raccontato di aver reagito a un tentativo di stupro.

Loading...

Siena, uomo 63enne ucciso a coltellate da una 18enne: “Ha tentato di stuprarmi”
Un uomo di 63 anni è stato trovato morto, dopo aver ricevuto diverse coltellate, all’interno dell’appartamento in cui abitava a Castelnuovo Scalo, frazione di Asciano, in provincia di Siena. Una 18enne è stata accusata di omicidio: la ragazza ha confessato di essere la responsabile dell’accoltellamento e ha raccontato di aver reagito a un tentativo di stupro.

loading...

Lo hanno trovato morto all’interno dell’appartamento in cui abitava ieri sera. Oggi è emerso che a ucciderlo sarebbe stata una ragazza di 18 anni che ha raccontato che l’uomo stava tentando di stuprarla. I carabinieri di Siena hanno fermato la ragazza 18enne per l’omicidio dell’uomo, di 63 anni e di nazionalità marocchina, trovato morto ieri in serata a Castelnuovo Scalo, frazione di Asciano, nel senese. Il cadavere dell’uomo, un operaio, è stato trovato nell’appartamento in cui abitava insieme ad altre persone: la casa è di proprietà di un’impresa di materiali di costruzioni che lo aveva adibito ad alloggio di servizio per i suoi dipendenti.

Siena, uomo 63enne ucciso a coltellate da una 18enne: “Ha tentato di stuprarmi”
Un uomo di 63 anni è stato trovato morto, dopo aver ricevuto diverse coltellate, all’interno dell’appartamento in cui abitava a Castelnuovo Scalo, frazione di Asciano, in provincia di Siena. Una 18enne è stata accusata di omicidio: la ragazza ha confessato di essere la responsabile dell’accoltellamento e ha raccontato di aver reagito a un tentativo di stupro.

Lo hanno trovato morto all’interno dell’appartamento in cui abitava ieri sera. Oggi è emerso che a ucciderlo sarebbe stata una ragazza di 18 anni che ha raccontato che l’uomo stava tentando di stuprarla. I carabinieri di Siena hanno fermato la ragazza 18enne per l’omicidio dell’uomo, di 63 anni e di nazionalità marocchina, trovato morto ieri in serata a Castelnuovo Scalo, frazione di Asciano, nel senese. Il cadavere dell’uomo, un operaio, è stato trovato nell’appartamento in cui abitava insieme ad altre persone: la casa è di proprietà di un’impresa di materiali di costruzioni che lo aveva adibito ad alloggio di servizio per i suoi dipendenti.

L’uomo è stato trovato completamente nudo e presentava numerose ferite di arma da taglio sul volto e sul busto. Il ritrovamento è avvenuto ieri sera, alle 19.20, in un appartamento all’interno dello stabilimento che produce laterizi. Il 63enne marocchino lavorava nella ditta come custode. Le indagini del Nucleo investigativo e della compagnia di Siena hanno portato, durante la notte, alla ricostruzione della dinamica di quanto avvenuto. È così stata individuata la 18enne che abita nello stesso palazzo con i suoi genitori. I carabinieri hanno contestato alla ragazza di essere la responsabile dell’omicidio, facendole notare le contraddizioni nelle ricostruzioni da lei fornite. A quel punto la ragazza ha ammesso di essere stata l’autrice del delitto, spiegando di essere stata aggredita dall’uomo che aveva tentato di stuprarla. Nei suoi confronti è stato emesso, dalla procura per i minorenni di Firenze, un decreto di fermo di indiziato di delitto per omicidio. Ora la ragazza si trova in un centro di accoglienza per minori.



HOW TO DO FOR




©How To Do For - Tutti i diritti riservati