Non ha i soldi per raggiungere la madre morta a Napoli. I Carabinieri gli pagano il biglietto

di redazione

Non ha i soldi per raggiungere la madre morta a Napoli. I Carabinieri gli pagano il biglietto

| venerdì 25 Gennaio 2019 - 15:18

Condividi su:

Facebook Twitter
Non ha i soldi per raggiungere la madre morta a Napoli. I Carabinieri gli pagano il biglietto

I militari di Bernalda, in provincia di Matera, hanno compiuto il generoso gesto nei confronti di un ragazzo tunisino disoccupato. Stamattina alle 5.40, il giovane è partita per Napoli per dare l’ultimo saluto alla sua mamma scomparsa.

Una storia di solidarietà e empatia quella che ha visto protagonisti i carabinieri della Stazione di Bernalda, in provincia di Matera, e un giovane di nazionalità tunisina. Secondo quanto raccontato i media locali, nel tardo pomeriggio di ieri 24 gennaio, un pattuglia impegnata in un servizio di controllo del territorio è stata allertata dalla centrale perché un uomo al citofono della Stazione chiedeva aiuto.

Giunti in caserma, i militari dell’Arma hanno trovato un ragazzo in lacrime disperato; aveva ricevuto una drammatica notizia dalla sorella: la madre era appena morta di infarto a Napoli, dove abitava la sua famiglia.

Oltre a dover affrontare la perdita della mamma, il giovane era affranto anche dal fatto che non aveva nemmeno un euro per poter comprare il biglietto per rientrare nel capoluogo campano ed assistere alla cerimonia funebre.

I carabinieri dopo aver accertato la attendibilità del racconto del ragazzo e sapendo che il tunisino, munito di regolare permesso di soggiorno, era da tempo disoccupato a causa dello scarso lavoro per la manovalanza stagionale nella raccolta dei campi, hanno fatto una colletta e comprato i biglietti necessari per consentirgli di raggiungere Napoli

(sia per il pullman che per il treno). L’uomo ha ringraziato i militari, commosso, ed è stato visto partire con il suo borsone questa mattina alle 5:40 per raggiungere la madre defunta.

Loading...
HOW TO DO FOR
©How To Do For - Tutti i diritti riservati