Dimissioni di Berlusconi previste per lunedì

di redazione

Dimissioni di Berlusconi previste per lunedì

| sabato 04 Maggio 2019 - 10:17

Condividi su:

Facebook Twitter
Dimissioni di Berlusconi previste per lunedì

Silvio Berlusconi potrebbe uscire lunedì dall’ospedale San Raffaele dove è stato ricoverato per una occlusione intestinale il 30 aprile scorso. “In terza giornata postoperatoria – sottolineano da Forza Italia – risponde perfettamente alle terapie. I professori Zangrillo e Rosati mantengono la previsione di dimissioni in sicurezza per la giornata di lunedì, a meno di una settimana dall’intervento chirurgico d’urgenza”.

“L’abbiamo scampata bella anche stavolta”: non perde mai l’umorismo Silvio Berlusconi. Così avrebbe detto ieri a chi è andato a fargli visita al San Raffaele di Milano. Dopo il ricovero per occlusione intestinale il 30 aprile scorso e l’intervento d’urgenza, le sue condizioni di salute sono adesso stabili e l’ex Cavaliere potrebbe uscire dall’ospedale lunedì

“In terza giornata postoperatoria – dichiarano fonti di Forza Italia – risponde perfettamente alle terapie. I professori Zangrillo e Rosatimantengono la previsione di dimissioni in sicurezza per la giornata di lunedì, a meno di una settimana dall’intervento chirurgico d’urgenza”.

A fargli visita questa mattina anche il vicepresidente di Forza Italia Antonio Tajani, che ha detto:

“Berlusconi sta bene, abbiamo parlato a lungo, l’ho trovato in forma, un leone. Tornerà a essere protagonista appena i medici gli permetteranno di uscire”. Insieme al presidente del Parlamento europeo, hanno parlato anche di campagna elettorale. “Abbiamo affrontato diversi temi politici – ha riferito Tajani – la situazione in Europa, la situazione internazionale, le preoccupazioni di questa offensiva cinese che c’è in tutto il mondo e che mette a repentaglio l’Europa.

Abbiamo parlato anche del ruolo che l’Europa deve avere per riavvicinare Cina e Russia, rispetto a quello che sta capitando in Venezuela”.

Loading...
HOW TO DO FOR
©How To Do For - Tutti i diritti riservati