Stupro di gruppo in un circolo privato di CasaPound: grave la ragazza

di redazione

Stupro di gruppo in un circolo privato di CasaPound: grave la ragazza

| lunedì 29 Aprile 2019 - 12:48

Condividi su:

Facebook Twitter
Stupro di gruppo in un circolo privato di CasaPound: grave la ragazza

Si chiama Francesco Chiricozzi, ha 19 anni ed è consigliere comunale di CasaPound nel comune di Vallerano, nel Viterbese. È finito in manette insieme a un altro militante del movimento di estrema destra, Marco Licci di 21 anni, per la violenza sessuale di gruppo su una 36enne, anche lei simpatizzante di CasaPound. I due arrestati avrebbero commesso gli abusi in un pub di cui avevano le chiavi. Ora sono accusati di violenza di gruppo e lesioni aggravate. Francesco Chiricozzi, 19 anni, è uno dei tre consiglieri di minoranza del movimento di estrema destra eletti a Vallerano, dove i «fascisti del terzo millennio» hanno ottenuto oltre il 21% alle ultime amministrative di giugno 2018.

I fatti risalgono al 12 aprile scorso. Secondo le ricostruzioni i due arrestati avevano fatto ubriacare la donna, per poi iniziare approcci di tipo sessuale. Di fronte alla resistenza della 36enne, i due ragazzi hanno iniziato a colpirla con pugni in pieno volto, facendole perdere coscienza. Lì è cominciato lo stupro, con la donna priva di sensi. I due autori sono stati incastrati dai video dello stupro ritrovati sugli smartphone sequestrati dalla polizia. Il leader di CasaPound, Simone Di Stefano, ha annunciato che Chiricozzi è stato espulso dal partito e ha rassegnato le dimissioni da consigliere comunale. «Qualora risultasse colpevole auspico una pena durissima!

Come per ogni altro infame stupratore», si legge in un messaggio pubblicato su Facebook. «Più volte non ho esitato a chiedere per gli stupratori la castrazione (non chimica), e non cambio di certo idea solo perché questo era iscritto a CasaPound», aggiunge Di Stefano.

Proprio sulla castrazione chimica, un cavallo di battaglia della Lega, rilancia Salvini: «Nessuna tolleranza per pedofili e stupratori: la galera non basta, ci vuole anche una cura. Chiamatela castrazione chimica o blocco androgenico, la sostanza è che chiederemo l’immediata discussione alla Camera della nostra proposta di legge, ferma da troppo tempo, per intervenire su questi soggetti.

Chiunque essi siano, bianchi o neri, giovani o anziani, vanno puniti e curati». «Quanto accaduto a Viterbo è scioccante – ha commentato invece in una nota di Luigi Di Maio – I balordi che hanno violentato questa ragazza la pagheranno cara, mi auguro si facciano 30 anni di galera. La mia vicinanza e tutto il sostegno possibile alla donna e alla sua famiglia». Il Pd, attraverso le parole del segretario regionale Bruno Astorre ha invocato dure prese di posizioni contro il partito di estrema destra.

«I vertici del governo, Salvini, Di Maio e la maggioranza mettano al bando un’organizzazione para fascista come Casapound che produce una cultura basata sulla violenza, la xenofobia e la sopraffazione».

Loading...
HOW TO DO FOR
©How To Do For - Tutti i diritti riservati