“Lockdown totale”. L’annuncio in diretta Tv: Governo convinto di avviare questa fase

di admin

“Lockdown totale”. L’annuncio in diretta Tv: Governo convinto di avviare questa fase

| lunedì 15 Febbraio 2021 - 18:08

Condividi su:

Facebook Twitter
“Lockdown totale”. L’annuncio in diretta Tv: Governo convinto di avviare questa fase

Walter Ricciardi ha scatenato il panico. A poche ore dalla nomina dei ministri, il consigliere di Roberto Speranza invoca un lockdown totale. “Il ministro credo sia convinto di avviare questa nuova fase.

Ci siamo parlati, non si è pronunciato perché sono decisioni che deve prendere il governo e il presidente del Consiglio – ha detto a Che Tempo Che Fa su Rai 3 lanciando un messaggio a Mario Draghi – Sicuramente siamo sulla linea” che prevede di “passare a questa fase. (Continua..)

Speriamo che il governo l’appoggi. Spero che il presidente del Consiglio recepisca e vada in questa direzione, questo ci consentirà di tornare alla normalità in mesi, non in anni”. Per l’esperto serve un cambio di rotta in grado di fermare l’emergenza coronavirus in corso. 

E per farlo serve una strategia basata su tre pilastri: “Il lockdown intensivo e limitato nel tempo per portare i nuovi casi sotto il limite di 50 per 100.000, tracciamento e la vaccinazione a tutto spiano. Solo con queste tre attività insieme potremo tornare alla normalità”. (Continua..)  

Per Ricciardi, in collegamento con il programma di Fabio Fazio, l’Italia vanta “dati terrificanti”. Questa la ragione alla base della seconda chiusura totale del Paese: “Salva vite. Nei paesi che hanno eliminato il covid la mortalità è 100 volte inferiore, a quel punto non si fanno più lockdown e non si chiudono più le scuole.

Elimini l’influenza, i cittadini si spostano liberamente e si può incentivare il turismo. Bisogna convincere la popolazione e gli operatori economici, serve un sacrificio adesso per tornare a prosperare in futuro”. Insomma, il consigliere non vuole zone a colori, ma un’unica fascia rossa per tutti. A prescindere dai contagi nelle diverse regioni.

HOW TO DO FOR
©How To Do For - Tutti i diritti riservati