La moglie di Zanardi torna a parlare: le sue parole

di admin

La moglie di Zanardi torna a parlare: le sue parole

| lunedì 29 Giugno 2020 - 13:39

Condividi su:

Facebook Twitter
La moglie di Zanardi torna a parlare: le sue parole

Lo hanno fatto per Alex Zanardi. Amici e atleti, paralimpici e non, hanno deciso di portare a termine la staffetta di Obiettivo tricolore, dedicando l’ultima tappa dell’iniziativa benefica proprio all’icona dello sport azzurro, rimasto gravemente ferito venerdì 19 giugno mentre era alle prese con uno degli appuntamenti della manifestazione. Emozione a non finire al momento del taglio del traguardo, con una bellissima sorpresa per tutti: la videochiamata della moglie di Alex Zanardi, Daniela Manni, che ha ringraziato tutti.

I partecipanti della staffetta benefica di Obiettivo Tricolore hanno deciso di portare a termine il progetto fortemente voluto da Alex Zanardi. Nella giornata di ieri, gli amici e gli atleti che hanno preso parte all’iniziativa hanno tagliato il traguardo di Santa Maria di Leuca, realizzando dunque il sogno dell’ex pilota di Formula 1.

Quest’ultimo sarebbe dovuto essere lì con loro, e invece si trova ancora nel reparto di Terapia Intensiva dell’Unità Operativa Complessa “Rianimazione e Medicina Critica” dell’Ospedale “Le Scotte” di Siena. Il campione continua a lottare, dopo il grave incidente di venerdì 19 giugno, quando durante una delle tappe toscane della staffetta, si scontrò con la sua handbike con un camion proveniente nella corsia opposta.

Commozione per i partecipanti della staffetta che ovviamente hanno dedicato la “missione compiuta” proprio ad Alex Zanardi. Un momento reso indimenticabile anche dalla videochiamata a sorpresa della moglie del campione Daniela Manni. Quest’ultima ha voluto ringraziare i compagni di staffetta del marito, facendo sentire la propria presenza.

“È stato bellissimo. Oggi Alex sono questi ragazzi. E non solo oggi, ne hanno tutti un bel pezzo dentro”, ha detto la signora Zanardi come riportato da La Gazzetta dello Sport. E adesso la speranza per tutti è quella di ricevere presto un’altra telefonata, quella in cui si riportano buone notizie sulle condizioni di Zanardi. Il classe 1966 è ancora in coma farmacologico, con il quadro neurologico che resta grave.

Nei prossimi giorni l’equipe medica che lo segue potrebbe pensare di diminuire il dosaggio dei farmaci, per risvegliare il campione e valutare l’entità dei danni a livello cerebrale.

HOW TO DO FOR
©How To Do For - Tutti i diritti riservati