Dieta per sgonfiare la pancia e arrivare in forma alla prova costume

di redazione

Dieta per sgonfiare la pancia e arrivare in forma alla prova costume

| lunedì 08 Aprile 2019 - 13:33

Condividi su:

Facebook Twitter
Dieta per sgonfiare la pancia e arrivare in forma alla prova costume

Pancia gonfia è un termine generico che indica un sintomo gastrointestinale piuttosto diffuso. Nella maggior parte dei casi non è espressione di alcuna patologia. Si manifesta con una spiacevole sensazione di gonfiore, proprio come se la cavità interna dell’addome fosse dilatata alla maniera di un palloncino. In particolare questa sensazione di gonfiore si produce quando i volumi di stomaco e intestino aumentano oltre la normalità. Generalmente il gonfiore è dato dall’accumulo di gas intestinali, prodotti sia da batteri positivi per la flora intestinale che da quelli nocivi. In questi casi il gonfiore si correla al meteorismo.

Loading...

Possono infliurvi anche fattori di ordine psicologico, ad esempio l’ansia gioca un ruolo importante. Non è un caso che l’intestino venga definito come una sorta di secondo cervello. Per risolvere questo problema un aiuto può venirci dalla dieta. Il regime dietetico seguito, assieme alla attività fisica, gioca un ruolo fondamentale nel determinare l’equilibrio metabolico.

loading...

A sua volta l’equilibrio metabolico influisce non soltanto sulla perdita o sull’acquisto di peso, ma anche sui depositi o meno adiposi, ovvero di grassi, in zona addominale e sui fianchi. Passare dalla pancia gonfia a quella piatta è tuttavia possibile seguendo qualche accorgimento. Ad esempio con una dieta mirata si possono raggiungere buoni risultati.

In questo senso sono da eliminare gli alimenti ad alta fermentazione intestinale responsabili del gonfiore. Ci riferiamo in particolare al lattosio e ai legumi. Da evitare in particolare frumento e segale contenuti in pasta, pane, biscotti. Da evitare anche latte e formaggi freschi 

(ad esempio la ricotta), i dolcificanti in generale, vi rientra il miele, lo xilitolo, mannitolo, sorbitolo, sciroppo di mais, fruttosio. Sconsigliate alcune verdure, ad esempio cavolfiore, scalogno, aglio, cavolo, cavolfiore, cavolini di Bruxelles, barbabietole, asparagi, carciofi. Per quanto riguarda i legumi no a fagioli, fave, lenticchie e ceci.

Va incrementato invece il consumo di alimenti composti da molecole facili da assorbire per l’intestino. Segnaliamo in particolare il consumo di riso e farro formaggi molto stagionatilatte senza lattosio. Riguardo alla frutta andrà incoraggiato il consumo  di limone, arancia, mandarino, kiwi, banana, mirtillo, fragole, uva. Tra le verdure via libera a melanzane, peperoni, lattuga, pomodori, fagiolini e zucca.

HOW TO DO FOR
©How To Do For - Tutti i diritti riservati