Arisa confessa di essere malata: ecco la strana malattia che affligge la cantante

di admin

Arisa confessa di essere malata: ecco la strana malattia che affligge la cantante

| martedì 20 Agosto 2019 - 21:17

Condividi su:

Facebook Twitter
Arisa confessa di essere malata: ecco la strana malattia che affligge la cantante
Loading...

Arisa soffre di tricotillomania, la cantante confessa: mi strappo i capelli per questo li raso
Arisa ha sempre sfoggiato dei tagli di capelli cortissimi ma, nel momento in cui ha chiesto ai fan se avrebbe dovuto accorciare ancora la chioma, ha ricevuto un plebiscito di “no”. Ha poi pensato bene di rivelare il motivo di questa sua scelta: ecco qual è.
Arisa è diventata famosa grazie ai look originali e sopra le righe che ha sfoggiato fin dalla sua prima partecipazione al Festival di Sanremo e, anche se nel corso degli anni ha reso il suo stile molto più sofisticato e femminile, c’è un dettaglio a cui non ha mai rinunciato, i capelli corti. Di recente ha chiesto consiglio agli utenti dei social su un possibile nuovo taglio ma, dopo che tutti le hanno detto che avrebbe dovuto far crescere la chioma, ha rivelato qual è il motivo che la obbliga ad accorciarla sempre: ecco qual è il disturbo di cui soffre la cantante.

Arisa soffre di tricotillomania
Solo qualche settimana fa Arisa aveva sconvolto i fan cambiando look in modo radicale, si era infatti presentata ad “Amici” con un caschetto biondo e la frangetta, ma ora starebbe già pensando di passare a un nuovo taglio. Nelle ultime ore ha lanciato un sondaggio su Instagram, chiedendo ai followers se avrebbe dovuto accorciare ancora una volta la chioma. Il consiglio è stato abbastanza chiaro, ha ricevuto un plebiscito di risposte negative. Il parere del pubblico era già stato chiaro in passato, per la precisione durante il periodo in cui portava delle lunghe parrucche, quando cioè per la prima volta non veniva criticata ma anzi apprezzata per il suo stile.

Loading...

Eccetto in quell’occasione la cantante è stata spesso presa di mira a causa dei tagli cortissimi che ha sempre sfoggiato, primo tra tutti quello rasato di qualche anno fa che non riusciva a esaltare per nulla la sua femminilità. Oggi, però, ha trovato finalmente il coraggio di rivelare il motivo nascosto dietro questa scelta. Arisa soffre di tricotillomania, un disturbo ossessivo-compulsivo causato da depressione o stress che la porta a strapparsi i capelli senza rendersene conto, non a caso si è mostrata in una Stories mentre giocherellava con la chioma mentre era in viaggio. Insomma, tutte le volte che Arisa è apparsa bizzarra tra tagli cortissimi e rasati in verità lo ha fatto solo per necessità, così da evitare di ritrovarsi con delle dermatiti o con l’alopecia, due delle possibili conseguenze del problema.

Il coraggio di Arisa e la lotta contro la tricotillomania
Sono molte le persone che soffrono di tricollomania ma, essendo un disturbo ossessivo-compulsivo causato da depressione o stress, spesso si prova un certo imbarazzo a parlarne. Arisa ha dimostrato di avere un incredibile coraggio, visto che, pur essendo una star, non ha avuto paura di rivelare un problema molto personale. Nel corso della sua carriera la cantante è stata presa di mira sui social proprio a causa dei suoi “colpi di testa” considerati bizzarri ed eccessivi ma, nonostante si sia ritrovata spesso a combattere contro delle dure critiche, solo oggi ha deciso di “uscire allo scoperto”. Dopo questa rivelazione gli haters la smetteranno di scagliarsi contro di lei ogni volta che sfoggerà un nuovo taglio di capelli cortissimo?

Loading...

Cos’è la tricotillomania
La tricotillomania è un disturbo ossessivo-compulsivo caratterizzato dal bisogno compulsivo di strapparsi i capelli o i peli, seguito prima da un senso di sollievo al compimento dell’atto e poi dal senso di colpa. La cosa può causare dermatiti o alopecia, provocando stress e compromettendo i rapporti sociali. Nei casi più gravi è associata anche a tricofagia, ovvero l’abitudine di ingerire i capelli e i peli strappati.

La condizione si presenta solitamente nei bambini tra i 9 e i 13 anni ma può colpire anche le persone adulte in periodi di stress e di depressione, è infatti una risposta alternativa che il corpo ha di fronte a degli stati di forte tensione emotiva. Il più delle volte è cronica ma esistono delle terapie per curarla, da quella comportamentale a quella farmacologica, anche se richiedono notevole impegno, visto che potrebbero nascondere dei disturbi mentali o comportamentali.

Loading...
Loading...
Loading...
HOW TO DO FOR
©How To Do For - Tutti i diritti riservati